lunedì 9 aprile 2018

ESERCIZI DI RAMIFICAZIONE


"Il ramo che segue è sempre più sottile del ramo che lo precede" è una regola che Bruno Munari insegna nel suo libro "Disegnare un albero" edito da Corraini. 
Grazie a questa regola ognuno di noi può provare a disegnare un albero, anche quello più scettico che dice di non saper assolutamente disegnare o che forse ha solo un po' di timore per paura di sbagliare, si sorprenderà invece di quanto sia così facile. 

Certo poi Bruno Munari ci ricorda anche che in natura si troveranno difficilmente alberi così perfetti con una ramificazione a due, tre, quattro...

Il sole, il vento, i fulmini, le piogge, il terreno, e molti altri fattori esterni che influenzano la crescita di un albero fanno si, che come noi, anche loro sono diversi l'uno dall'altro non solo per il genere, ma anche per gli eventi che segnano il corso della vita. 













mercoledì 14 marzo 2018

LE STELLE

Nel post precedente vi ho parlato del sole, la nostra unica stella di giorno. Oggi vorrei parlarvi delle stelle che vediamo unicamente di notte. Meravigliosi puntini bianchi nell'oscurità, ma che in realtà viste da vicino hanno colori e dimensioni diversi tra loro.




Il colore delle stelle è determinato dalla loro temperatura. Possiamo pensare che una stella blu potrebbe essere una stella fredda, perché in genere si associa il blu al freddo e il rosso al caldo. Ma, invece no. Le stelle funzionano al contrario. Più una stella tende all'azzurro-blu e più è calda. Le stelle giallo, arancio e rosso sono le stelle con una temperatura minore. Ecco quali sono i colori delle stelle dalla più calda alla più fredda: blu, azzurro, bianco, bianco-giallastro, giallo, arancione e rosso.

Le stelle hanno poi dimensioni grandissime. Pensate che il sole è una delle stelle più piccole esistenti nell'universo.

Questo laboratorio, che ho proposto a un gruppo di adulti, è stato interessante per cercare di andare oltre allo stereotipo della stella gialla a cinque punte e si è lavorato molto sulla variabile della forma, degli strumenti e delle tecniche.


PENNA BIRO







STRUMENTI GRAFICI DIVERSI





BIANCO SU NERO






PENNELLI MA NON SOLO







COLORE





TEXTURE E COLORE








TEXTURE BIANCO/NERO E COLLAGE





mercoledì 21 febbraio 2018

O SOLE MIO

Spiegare il mio lavoro a volte non è facile. Per semplificare magari rispondo che progetto e conduco laboratori creativi. La maggior parte delle persone poi mi dice "ahhh fai i lavoretti..."
Allora rispondo, "nooooo sono specializzata in laboratori Metodo Bruno Munari®". E qui solitamente la faccenda si complica ulteriormente. Alla domanda sucessiva, cos'è un laboratorio Munari, amo rispondere direttamente con una frase del maestro: "È la ricerca sincera delle variabili".

Parlo del laboratorio sul sole in modo più approfondito qui.


TEMPERE E SEGNI




PENNARELLI







TECNICHE MISTE






FROTTAGE






ACQUARELLI




Scuola dell'infanzia - Novazzano

lunedì 29 gennaio 2018

SU TUTTA LA LINEA

Fuori dalla porta, un cavalletto in legno, con un promemoria dell'attività della giornata. Succede alla Scuola dell'infanzia di Genestrerio. Paola e Giovanna accolgono così i loro bambini.



In questo post vi propongo alcuni laboratori sperimentati lo scorso anno sul tema della linea. Qui e qui potete leggere l'incipit dei laboratori iniziati con una sperimentazione dei segni con vari strumenti che inseguito viene elaborata grazie ad una catalogazione e una corretta nomenclatura dei termini.

Dopo segni e strumenti grafici la mia proposta è stata quella di continuare la sperimentazione della linea attraverso la carta. E qui entra in gioco un fattore molto importante: l'uso corretto dello strumento.
Come si impugna correttamente una forbice? Come si tiene il foglio con l'altra mano mentre si taglia?
Tagliare linee dritte non è per niente facile e bisogna allenarsi molto cercando di tagliare linee rette precise di diversi spessori. Da quella finissima a quella più grossa.

Ma quando una linea smette di essere linea e diventa un rettangolo?



Attraverso la manipolazione della carta-linea, come per l'esperienza grafica, anche qui nascono linee a zig-zag, linee ondulate, attorcigliate, annodate, arrotondate...





Una composizione di linee in terza dimensione.





Linee fuori e dentro, davanti e dietro, sotto e sopra.





E infine linee materiche.





Alcuni consigli di libri che parlano di linee.

William Wondriska, Non perdere il filo, Corraini edizioni 2010

Serge Bloch
La grande storia di un piccolo tratto, Edizioni Clichy 2017

Jimi Lee, In linea, Minedition 2013

Sieb Posthuma, Il filo di Alexander Calder, WS Kids 2016

Véronique Cauchy, Laurent Simon, La linea e il punto, WS Kids 2014


E in ultimo come non ricordare "La Linea" di Osvaldo Cavandoli.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...